Collinarea Festival 2020 – Connessioni, in quest’anno di distanziamento sociale obbligato, vuole ripensare la disposizione (urbana) dello spettatore e, parallelamente, dare una proposta artistica capace di fondersi con questa necessità, facendola diventare virtù.Collinarea Festival 2020 – Connessioni

Tante prime nazionali, prime per la Toscana, spettacoli pensati in esclusiva per il festival, laboratori e incontri che hanno come protagonisti, oltre alla compagnia organizzatrice del festival Scenica Frammenti, la compagnia Civilleri Lo Sicco, Francesco Mandelli e i Dead Vision, Felix BQ, la Compagnia My!Laika side kunst_cirque, Musica Officinalis, Ilenia Veronica Raimo, Livia Grossi, Leviedelfool, Angelica Bifano, Dimitri Espinoza, Chiara Claudi / AR(TI) in sound; ma anche Andrea Cosentino, Roberto di Lernia, Andrea Mafrica, Zorba Officine Creative, Teatro C’Art, Emanuele Le Pera e Luigi Mattiello, Robert Tiso.

Infine la compagnia AIROTS, Emanuele Gamba, la Piccola Compagnia Lab SF, Andrea Cavarra, Roberto Kirtan Romagnoli, Eros Carpita e Musica Lab.

Arte e tecnologia si incontrano in un incantevole borgo medievale per dare vita a performance mai viste prima, innovativa nella forma e nella sostanza.

Uno evento unico e inedito, che usa il distanziamento che questo periodo ci costringe a mantenere per sperimentare una ri-creazione urbana e artistica.

Collinarea Festival 2020 è uno straordinario progetto che apre la ventiduesima edizione di Collinarea, festival di teatro, musica, cinema e arti performative a Lari (PI) dal 23 luglio al 1 agosto.

Il 23 e 24 luglio in quattro diverse location di questo suggestivo borgo sulle colline pisane,  prende vita il primo esperimento di palcoscenico dislocato.

Una regia centrale dal Teatro Comunale, grazie all’utilizzo della fibra ottica, coordinerà artisti, attori, musicisti, tecnici, videomapping e sonorizzazione di performance artistiche; dislocate in tutti i luoghi prescelti, tra i quali il bellissimo Castello dei Vicari, esaltandone inoltre le peculiarità architettoniche.

Tra gli eventi, in scena l’“Aiace” di Sofocle, in una riscrittura contemporanea frutto del lavoro congiunto delle compagnie Civilleri Lo Sicco e Scenica Frammenti con Manuela Lo Sicco.

Manuela Lo Scicco da anni attrice negli spettacoli di Emma Dante, affiancata da tanti giovanissimi attori.

Prima dello spettacolo, due performance, uno showcase musicale di Francesco Mandelli e la performance del collettivo artistico Tutto Questo Sentire (TQS) composto dalla cantante d’opera Olivia Salvadori, il compositore e violoncellista Sandro Mussida e la video e sound artist Rebecca Salvadori.

Connessioni dà quindi vita a una grande e innovativa coreografia collettiva dimostrando le straordinarie potenzialità del pensiero alla base dell’intero omonimo progetto; la contaminazione tra le arti attraverso l’innovazione tecnologica può e deve creare una nuova proposta di spettacolo dal vivo.

Translate »