La Teoria dell’apprendimento esperienziale di David Kolb, propone che l’esperienza sia fondamentale nello sviluppo della costruzione della conoscenza, poiché l’apprendimento avviene attraverso la scoperta e la partecipazione attiva.

 

Teoria dell'apprendimento esperienziale

Secondo la teoria dell’apprendimento esperienziale di Kolb: l’apprendimento segue un ciclo in quattro fasi.

Kolb credeva che, idealmente, gli studenti progredissero attraverso le fasi per completare un ciclo e, di conseguenza, trasformassero le loro esperienze in conoscenza. Inoltre la Teoria di Kolb si è concentrata sugli stili di apprendimento, ovvero sui processi cognitivi che si sono verificati per acquisire conoscenza.

In sostanza, Kolb credeva che gli individui potessero dimostrare la loro conoscenza, o l’apprendimento che si verificava, quando erano in grado di applicare concetti astratti a nuove situazioni.

Il completamento di tutte le fasi del ciclo consente la trasformazione dell’esperienza in conoscenza.

L’intera teoria di Kolb si basa su questa idea di convertire l’esperienza in conoscenza.

Con ogni nuova esperienza, lo studente è in grado di integrare nuove osservazioni con la sua attuale comprensione. Idealmente, gli studenti dovrebbero avere l’opportunità di passare attraverso ogni fase.

Le esperienze sono centrali nella teoria di Kolb, poiché la vedeva come un processo attraverso il quale qualcosa deve essere cambiato o trasformato.

La memorizzazione o il ricordo delle idee insegnate non equivale all’apprendimento, poiché non è stato aggiunto alcun valore allo studente.

Il modello di Kolb riconosce che qualcosa deve essere generato dall’esperienza affinché possa essere definita apprendimento.

 

Ti consiglio di leggere anche Formazione a Distanza

 

Biografia: Kolb, D.A. (1984). Experiential learning: experience as the source of learning and development. Englewood Cliffs, NJ: Prentice Hall.

Translate »