Pink tax e blu tax: la differenza tra donna e uomo

Qualche anno fa ha suscitato parecchio clamore il caso dei rasoi da donna, che solo per essere rosa costavano il +11% rispetto al corrispettivo da uomo!

Da allora la tematica della Pink tax è balzata agli onori della cronaca e ha suscitato tanto clamore quanta voglia di fare chiarezza sul perché i prodotti dedicati alle donne costino a volte di più di quelli per uomini.

idealo ha deciso di approfondire nuovamente la tematica per capire se, a distanza di qualche tempo, la questione sia in qualche modo cambiata.

Pink tax e blu tax

Sono state  analizzate 9 categorie merceologiche presenti sul proprio portale italiano per conoscere i prezzi medi nell’arco di un anno dei prodotti per lui e per lei e capire così se, in qualche modo, i prezzi per gli stessi articoli differiscono in base al genere.

Analizzando cinque prodotti a campione tra quelli più popolari sul portale, per ognuna delle nove categorie merceologiche oggetto dello studio, idealo ha individuato come i deodoranti femminili e i prodotti per il trattamento del viso da donna tendano a costare  rispettivamente il +51,1% e il +57,2% dei corrispettivi maschili.

Per quanto riguarda, invece, le scarpe sportive e i prodotti per la cura del corpo, questi costerebbero di più per gli uomini. In particolar modo, sarebbero proprio le scarpe da sport per uomo ad avere il rincaro maggiore, parliamo infatti di un +16,6% rispetto al prezzo medio per le varianti femminili.

Un’altra categoria merceologica della quale si parla spesso in riferimento alla pink tax e blu tax è quella dei profumi.

Analizzando 27 profumi tra quelli più popolari presenti su idealo Italia, ha individuato come i profumi da donna tendano a costare il +27,0% rispetto a quelli da uomo.

Translate »