Prendersi cura del tuo Instagram SEO ti permetterà di attirare più persone al tuo profilo. La barra di ricerca di Instagram funziona come un mini Google che ti consente di generare traffico naturale!

L’ottimizzazione SEO o dei motori di ricerca è un insieme di tecniche che mirano a ottimizzare la visibilità di una pagina Web nei risultati di ricerca.

Ecco qualche consiglioSEO per Instagram

Ottimizza il tuo profilo Instagram

Il primo passo per aumentare la tua visibilità su Instagram è ottimizzare il tuo profilo.

Come? “O” Cosa?

Il tuo profilo deve essere ottimizzato e offrire la migliore esperienza utente possibile a qualcuno che lo incontra.

I fondamenti:

  • Profilo pubblico
  • Profilo riconoscibile e che si differenzia dagli altri
  • @UserName riconosciuto e facilmente identificabile, come per il tuo nome
  • Cambia il tuo profilo in “professionale” o “Creatore di contenuti”

Includi un link di tracciamento. Può sembrare ovvio per te, ma a volte è bene tornare alle basi prima di voler passare a tecniche di ottimizzazione SEO SEO più avanzate.

Includi la tua parola chiave principale nel tuo nome e nome utente (SEO Instagram)

Ora che hai imparato le basi di un profilo Instagram, lascia che ti spieghi la differenza tra il tuo nome e il tuo nome utente.

Se includi la tua parola chiave principale nel tuo nome e / o nel tuo utente, aumenterai le tue possibilità di essere trovato nel motore di ricerca interno.

Includi parole chiave secondarie nella tua biografia

Congratulazioni, hai capito l’importanza di includere una parola chiave principale nel tuo nome. Le parole chiave secondarie sono le parole e le frasi che descrivono in dettaglio la tua parola chiave principale.

Le parole chiave secondarie sono l’ideale per attirare persone che stanno semplicemente effettuando ricerche senza utilizzare la parola chiave principale.

Usa gli hashtag come parole chiave

Non mentiremo l’un l’altro la maggior parte delle persone non ti cercherà direttamente su Instagram. Ti scopriranno piuttosto dall’hashtag di tale o tale pubblicazione.

Ogni volta che pubblichi un post, dovresti includere hashtag che abbiano senso con il tuo post, biografia e profilo.

Considerali come tante parole chiave secondarie che servono alla tua visibilità e al tuo SEO Instagram.

Devono includere:

  • hashtag del tuo marchio
  • specifici per la tua immagine
  • relativi alle persone a cui ti rivolgi

Usa parole chiave secondarie nella descrizione delle tue pubblicazioni (SEO Instagram)

In un approccio SEO, tutto conta e le descrizioni dei tuoi post su Instagram non fanno eccezione.

Una buona descrizione dovrebbe:

  • Suscitare emozione
  • Incitare all’azione
  • Contenere le parole chiave secondarie
  • Per essere sorprendente

Approfitta del tag ALT

Il tag ALT è una funzionalità relativamente nuova che ti consente di associare una didascalia alle tue foto.

Questa funzione è stata progettata per migliorare l’esperienza degli utenti che hanno una connessione ridotta, ma può anche essere utilizzata per migliorare il tuo SEO Instagram.

Non ti preoccupare, Instagram genera automaticamente un tag ALT per impostazione predefinita se salti questo passaggio.

Dove posso trovare questo famoso tag ALT?

Per accedere a questa opzione, fai clic su “Impostazioni avanzate” (poco prima di condividere la tua pubblicazione, questa è l’ultima riga) >> “Inserisci testo alternativo”.

Il tag ALT è davvero efficace?
Apparentemente, l’impatto del tag ALT sarà importante quanto il tag ALT TEXT per le foto sul tuo sito web.

Ciò consentirebbe alle tue pubblicazioni di essere meglio classificate dall’algoritmo.

Misura ogni azione (SEO Instagram)

Se è la prima volta che utilizzi tecniche SEO per aumentare la tua visibilità, è importante seguire l’impatto di ciascuna delle azioni intraprese per raggiungere i tuoi obiettivi.

Il primo passo, familiarizza con la sezione “Statistiche” del tuo account professionale.

OK, questa sezione rimane piuttosto limitata (purtroppo) ma ti offre comunque elementi molto interessanti sul tuo pubblico e sulle prestazioni dei tuoi contenuti.

Ti consiglio anche di consultare le statistiche per ciascuna delle tue pubblicazioni.

È una vera miniera d’oro per sapere come il tuo pubblico ha scoperto i tuoi contenuti.

Stai lontano dalle tecniche Border Line (Black Hat)

E no, non è solo Google che sanziona chi tenta di frodare il sistema con le tecniche cosiddette “Black Hat”!

Instagram ha iniziato a punire sempre di più gli account che hanno cercato di “imbrogliare”:

  • può sospendere gli account, temporaneamente o permanentemente,
  • usa lo “shadowban” (rendi invisibile il contenuto sulla piattaforma, a meno che tu non vada specificamente al profilo della persona interessata).

Tecniche da evitare assolutamente (Instagram SEO):

  • Rubare contenuti,
  • Usare robot,
  • Usare troppi hashtag, non più di 30!
  • Seguire troppi account, troppo in fretta per non essere considerato un robot!
  • Acquistare seguaci.

Fai attenzione alle scorciatoie quando si tratta della strategia SEO di Instagram. È allettante voler usare nuovi hack ma l’unico segreto da sapere nella creazione di contenuti.

Io non utilizzo tutte queste tecniche perché ho un uso misto del mio account Instagram: personale, promozione blog e dei miei servizi.

Ti consiglio di leggere anche Post SEO più vecchi in modo che Google possa classificarli

Translate »